Abbiamo i mezzi per #Faremeglio, sfruttiamoli!

Se un Comune fosse un’azienda, con un giro finanziario di oltre 25 milioni potrebbe fare molte più cose di quanto invece non faccia l’amministrazione di Treviglio. A fronte di una spesa corrente di 25,055.510 euro, i conti fanno fatica a tornare e si usano imposte per 15.971.000, multe e proventi da servizi (cioè soldi dei cittadini) per 6,858.709 e alienazioni di beni comunali per 2,138,000 euro. Le alienazioni, insomma, usate ad elastico (ma ci saranno davvero?) per arrivare a zero deficit. Il nuovo bilancio dà però l’impressione di avere il fiato corto, perché il peso dei mutui si fa sentire sempre più. Ma soprattutto si vede anche il braccino corto per quanto riguarda gli investimenti più qualificanti, che in una città come la nostra sono indubbiamente il lavoro, la formazione, l’ambiente. Secondo voi quanto destina il nostro Comune ai servizi per lo sviluppo del lavoro e della formazione professionale? Nientepopodimeno che zero euro. E il Comune con l’aria più sporca della provincia di Bergamo quanto investirà per migliorarla e ridurre l'inquinamento? Ancora zero euro. Sorprendente, eppure non è difficile #FareMeglio. Forse non tutti sanno che i Comuni, grazie a una legge dello Stato, possono trattenere una somma di "compartecipazione"; nella lotta all'evasione fiscale, usufruendo così di una ulteriore fonte d’entrata. Questi soldi possono tradursi concretamente in una marcia in più a disposizione della città. Lo spirito di questa legge è quello di affidare a chi è più vicino al territorio il compito di verificare davvero certe dichiarazioni che lasciano perplessi. Ma occorre coraggio politico per mettere le mani in questioni tanto delicate. Treviglio recupera dall'evasione fiscale “solo” 12.000 euro che poi butta nel calderone dei conti generali. Tutt’altra efficacia – questa la mia proposta – avrebbe un recupero di dichiarazioni scorrette se fosse esplicitata da subito una destinazione di questi fondi a precise finalità: il #lavoro, la riqualificazione professionale e l'inserimento nel circuito economico di persone che hanno perso la loro occupazione. Oggi non è una grande cifra ma può essere un inizio. Credendoci di più, si raccoglierà di più e si potrà pensare ad un aiuto per chi è in difficoltà nel rimettersi in gioco. Se poi il Comune si desse da fare un po' di più incrementando quel gruzzoletto, potremmo avviare anche a Treviglio un incubatore d'impresa per promuovere e sostenere nuove aziende sul nostro territorio, così come abbiamo già proposto pensando ad una destinazione più lungimirante degli spazi che esisteranno nella nuova Fiera.

Creare nella nostra città una struttura che attira start-up e valorizza la voglia di imprenditoria che è nei nostri ragazzi, è un grande investimento nel #futuro per tutta la nostra #comunità. Ci sono tanti interventi utili alla cittadinanza che potrebbero essere realizzati con questa somme. Abbiamo i mezzi per #Faremeglio, sfruttiamoli!

In evidenza
Post recenti
Tags